Calabria. Un nuovo itinerario illustrato - Copertina

Calabria. Un nuovo itinerario illustrato

Leggi l’anteprima del libro in formato PDF

Roberto Aiello e Giuseppina Mazzei

Calabria

Un nuovo itinerario illustrato

Edizione cartacea
Edizione digitale


Calabria. Dopo il successo del primo libro Calabria. Viaggio alla scoperta della mia terra (2020) gli autori Giuseppina Mazzei e Roberto Aiello ci guidano in un nuovo affascinante percorso attraverso borghi storici, chiese millenarie e racconti avvincenti.

Un viaggio da Bivongi (RC) a Borgia (CZ) intriso di cultura e storia, dove ogni strada rivela segreti antichi e ogni luogo ci immerge in un’atmosfera unica. Con una prosa avvincente, gli autori catturano l’essenza di questa Regione regalando al lettore un’esperienza coinvolgente e le esperienze dirette con gli abitanti del luogo. Un’ode alla bellezza della Calabria, tra tradizione e contemporaneità, che ci invita a scoprire e amare questo tesoro d’Italia spesso nascosto.


Calabria. Un nuovo itinerario illustrato
Biografia degli autori Roberto Aiello e Giuseppina Mazzei

Calabria. Un nuovo itinerario illustrato - Copertina

Calabria. Un nuovo itinerario illustrato di Roberto Aiello e Giuseppina Mazzei

Nota dell’Autore

Quando in viaggio lontano dall’Italia incontro qualcuno mi capita spesso di vivere situazioni ricorrenti, quasi come un déjà-vu: inizio presentandomi ed enunciando il mio nome. La seconda classica domanda è poi: «Di dove sei?». Io rispondo che vengo dalla Calabria ma so già che dall’altra parte il mio interlocutore ci penserà un attimo e mi guarderà sbigottito.

Ci risiamo, è successo di nuovo: la mia terra d’origine è priva di fama. Pensavo fino a qualche tempo fa che fosse comprensibile, ma recentemente mi sono chiesto per quali motivi questa Regione d’Italia continua a essere estranea a tanta gente.

Forse per poterla raccontare davvero – mi sono detto – dovevo cominciare da me, io ero il primo a non aver mai veramente cercato di conoscerla. Avevo consapevolezza di questo “vuoto” e del mio bisogno di colmarlo; inoltre avevo un lavoro che non mi piaceva e tanta voglia di viaggiare: dovevo inventarmi qualcosa. Ho presentato il progetto del mio viaggio in Calabria su una piattaforma di crowdfunding e in trenta giorni sono riuscito a raccogliere 1500 euro grazie all’aiuto di amici e parenti.

Ho comprato una bici. Pensavo ingenuamente di riuscire a percorrere la Calabria in sessanta giorni; mi sono poi accorto dopo il primo giorno che sarebbe stato impossibile, ma ho deciso comunque di proseguire.

Leggendo qualche libro sulla Calabria ho incontrato una citazione che ha diffuso in me una certa curiosità:

Il nome di Calabria in se stesso ha non poco di romantico. Nessun’altra provincia nel Regno di Napoli offre tale interesse promettente o ispira tanto prima di avervi messo piede. […] Calabria! Appena il nome è pronunziato, un nuovo mondo si presenta alla mente; torrenti, fortezze, tutta la prodigalità dello scenario di montagna, cave, briganti e cappelli a punta, la signora Redcliffe e Salvator Rosa, costumi e caratteri, orrori e magneficenze senza fine.

(Cfr. E. Lear, Diario di un viaggio a piedi, 1873).

Sono più che convinto che la Calabria, per le sue tradizioni e la sua cultura, non abbia nulla da invidiare ad altre destinazioni più note. Calabria significa anche: gli splendori dell’interminabile costa, la freschezza dei parchi naturali, i numerosi paesini ricchi di tipicità e ovviamente il delizioso e aromatico cibo.

La mia missione è stata esplorare la Calabria il più possibile per mesi – anche nei posti più sperduti e nascosti – raccogliendo informazioni sulle sue bellezze naturali, le lunghe e intatte spiagge, le incantevoli montagne e tutto ciò che ho avuto il piacere di incontrare lungo il viaggio a contatto con i calabresi e con le loro storie da raccontare.

Non è questo un classico libro turistico, ma una combinazione tra informazioni utili e storie di chi vive in questa terra.

Qualche settimana per pianificare il progetto, con la compagnia fedele di una bicicletta. La vigilia della partenza somigliava a quelle passate, alle tante volte che avevo lasciato un posto per un altro per diverse ragioni. Ma se ci pensavo più lucidamente mi accorgevo che nonostante mi apprestassi a viaggiare per la mia terra sentivo un po’ di inquietudine.

Considerandola quasi un’isola – per la lunghezza complessiva delle coste di ben 780 chilometri – ho dovuto definire un punto di partenza e ho deciso di iniziare da Tortora, il primo paesino di confine con la Basilicata, sulla costa tirrenica.

Buona parte dell’area del Cosentino e quella del Crotonese nella sua interezza sono, con i loro 122 paesi, oggetto del primo volume Calabria. Viaggio alla scoperta della mia terra (2020). Ora, come promesso, la narrazione del mio viaggio e dei luoghi visitati prosegue in un nuovo breve libro che include 36 paesi del Catanzarese. Questo, se comparato al primo, si caratterizza per scelte stilistiche in parte nuove. L’itinerario che ho intrapreso nell’agosto del 2016 ha avuto inizio con le cascate del Marmarico di Bivongi e si è concluso con Borgia.

All’interno contiene illustrazioni essenziali che rievocano le cascate, i palazzi nobiliari, i ponti medievali, i castelli e le fontane di alcuni borghi. Sono menzionati in grassetto gli abitanti di ogni paese per ricordarne l’incontro, la guida e i preziosi consigli utili all’esplorazione di questa parte della Calabria. Sono evidenziate anche curiosità ed eventi.

Di nuovo, buon viaggio!


Calabria


Articoli correlati

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *