Il grillo del focolare

Leggi l’anteprima in formato PDF

Charles Dickens

Il grillo del focolare

Edizione speciale Natale 2015
Traduzione di Grazia Pierantoni Mancini

Edizione cartacea
Edizione digitale


Il grillo del focolare. Pare ci sia una tradizione che, da secoli, accomuna popoli di tutti i continenti: raccoglier grilli e custodirli in piccole casette vicino al focolare domestico. Si auspica così il benessere e l’armonia della famiglia e si garantisce prosperità per tutto l’anno. I protagonisti del racconto sono un piccolo campione di umanità: vi commuoverete anzitutto per la giovane figlia di Caleb, i cui occhi non vedono la miseria del padre; susciteranno stima e orgoglio le parole di Gianni Peribingle per la sua piccola moglie e nessuno più del lettore esigerà a gran voce un lieto fine per questa piccola vicenda.
Il grillo del focolare fu pubblicato a Londra nel 1845, qui è pubblicata la singolare traduzione italiana del 1896 di Grazia Pierantoni Mancini. La presente edizione beneficia inoltre di circa venti note non presenti nella versione originale con commenti e approfondimenti inediti.

Questa edizione digitale inoltre include Note e Capitoli interattivi, Notizie recenti sull’autore e sul libro e un link per connettersi alla comunità di Goodreads e condividere domande e opinioni.


[Breve nota biografica su C. Dickens]


Charles Dickens, "Il grillo del focolare". Edizione speciale Natale 2015.

Il grillo del focolare di Charles Dickens

Nota alla presente edizione

Pare che ci sia una tradizione che, da secoli, accomuna popoli di tutti i continenti: raccoglier grilli e custodirli in piccole casette vicino al focolare domestico. Si auspica così il benessere e l’armonia della famiglia e si garantisce prosperità per tutto l’anno. Poiché, essendo antica, questa pratica di certo funziona, vogliate accogliere questo breve racconto di Dickens in casa vostra, come mio augurio.

I protagonisti del racconto sono un piccolo campione di umanità, vi commuoverete anzitutto per la giovane figlia di Caleb, i cui occhi non vedono la miseria del padre; susciteranno stima e orgoglio le parole di Gianni Peribingle per la sua piccola moglie e nessuno più del lettore esigerà a gran voce un lieto fine per questa piccola vicenda.

I grilli parlano, si sa, e danno anche buoni consigli se li si sta ad ascoltare. La frenesia quotidiana, i pregiudizi di ogni natura, la gravità dei giorni che verranno distraggono assai bene dall’udire quella voce e in molti come il signor Tacleton diranno: «… Ma perché non uccidete quel maledetto grillo? Io lo avrei già fatto da un pezzo». Il più giovane Pinocchio, per dire, non avrebbe esitato un attimo a schiacciarlo con un martello da falegname.

Il punto è che il grillo non fa proprio nulla, se non ricordarci della sua esistenza, e spetta a noi l’intero compito di procurarci il miglior 2016 possibile. Per chi vorrà, invito a sostenere le iniziative in Congo di Medici con l’Africa

I risultati migliori si ottengono con la collaborazione, famiglia e amici saranno nostro conforto e propulsione anche quest’anno. Un sincero abbraccio a chi ha creduto in me, poiché con quel sostegno edifico i miei giorni.

Fabio Di Benedetto

Il grillo del focolare


ARTICOLI CORRELATI

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *